“Con-Te-Sto” a Ruvo di Puglia!!

Il progetto CON-TE-STO è finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali ed è realizzato da Salesiani per il Sociale APS (ente capofila), Cinecircoli Giovanili Socioculturali APS e Turismo Giovanile e Sociale APS. Il progetto intende ridurre la forbice delle diseguaglianze sociali e di opportunità educative e formative contrastando i fenomeni incipienti di deprivazione e povertà educativa minorile. Ecco il racconto di come sta andando a Ruvo di Puglia, una delle nostre sedi di attuazione, tramite il racconto di suor Liberata Schiaviello

CON-TE-STO… stare, esserci per dare opportunità!!!

Continua anzi avanza nelle sue fasi il progetto CON-TE-STO presso Oratoriamo con Don Bosco in Ruvo di Puglia iniziato qualche  mese fa, per il sostegno ai minori più in difficoltà e con bisogni educativi speciali. 

Sono stati inseriti altri minori che oltre al sostegno scolastico sono supportati dalla nostra psicologa dott.ssa Maria Pagano per consulenza psico-pedagogica individuale e anche familiare.  E’  stato avviato un laboratorio di teatro per tirar fuori le emozioni a cui partecipano sia i minori che i peer educator. 

Un’esperienza arricchente che permette di tirar fuori, attraverso il linguaggio verbale e non, ciò che ognuno ha vissuto in questo tempo di pandemia.

Il teatro permette ai ragazzi di togliere le maschere, di mostrarsi per quello che sono realmente e al tempo stesso di  dare un nome a ciò che hanno vissuto e vivono.

Questo laboratorio guidato da un’ esperta, porterà a mettere in scena un piccolo spettacolo che sarà costruito dagli stessi minori.

Ci si accorge sempre più come i preadolescenti in questo periodo hanno bisogno di relazionarsi, tirar fuori il passato e il presente, confrontarsi e identificarsi e i laboratori teatrali e anche sportivi riescono a far sì che scatti la scintilla della relazione.

CON-TE-STO  riflesso di STO CON TE  per supportare e  sostenere!  

E’ questa la funzione educativa e sociale  che ogni giorno volontari ed educatori  svolgono, inventandosi chiacchierate, merende, giochi e  passeggiate e  nuovi modi per approcciarsi senza dare nulla per scontato, il tutto  per far integrare i ragazzi nel gruppo dei pari e nella comunità oratoriana,  spingendoli ad inserirsi  nelle attività culturali, sportive e del tempo libero.

Suor Liberata Schiaviello

Lo Staff Nazionale

News correlate

Campo della Compagnia: primo weekend!!

Durante le giornate dal 23 al 25 settembre ha preso il via il…

Assemblea Salesiani per il Sociale APS

Dal 16 al 18 settembre si è tenuta l’assemblea di Salesiani…

Campo della Compagnia!

Prende il via il progetto “Campo della Compagnia” in…