CreAzione: insieme si può! con Cooperativa Terradamare

ll bando interno “CreAzione: insieme si può!” è stato pensato e finanziato dal Turismo Giovanile e Sociale APS per i propri associati. Un piccolo segno di vicinanza, di sostegno e di unità dell’associazione in un periodo in cui la ripresa delle attività non è stata scontata e, in alcuni casi, ancora si fatica a ripartire. Il bando consiste nel sostenere le iniziative delle associazioni a favore della salvaguardia del creato e in linea con gli Obiettivi della Laudato Sì. Ecco il racconto dell’attività che svolgerà la cooperativa Terradamare di Palermo con il suo progetto dal titolo “PALERMO MITOLOGICA”.

Mercoledi 22 novembre la cooperativa Terradamare organizzerà un tour nel paesaggio vegetale del parco reale della Favorita di Palermo, lungo le strade che portano alla Palazzina Cinese, villa Niscemi e il suo parco. Insieme agli operatori culturali della cooperativa Terradamare e una guida turistica abilitata, avrà luogo un’escursione nel paesaggio vegetale del parco reale della Favorita, tra le stradelle che portano a Bosco Niscemi, l’Olivo monumentale, definito “il Patriarca della Favorita” (oltre 1000 anni di età) e i percorsi interni di Monte Pellegrino.

Si vedranno inoltre, la Palazzina Cinese, villa Niscemi e il suo parco. Con i suoi 250 ettari di estensione, il parco ci mostra la potenza e la bellezza di un passato caratterizzato dallo straordinario disegno tardo barocco. Esso si trova a nord della città, nella Piana dei Colli, dunque, caratterizzato da ville nobiliari e aristocratiche realizzate tra il 1700 e il 1800. Emblema di questi siti architettonici extraurbani è sicuramente la Casina Cinese, residenza della corte borbonica nel 1799, luogo magico di richiami esotici, che avvia il progetto di un vasto parco, che possa dare sfogo ad attrattive ricreative. Marvuglia dirige i lavori, l’architetto regio, che condurrà le acque del fiume Gabriele nel parco e la sostituzione della recinzione lignea in inferriata, portando, così, ad una consequenziale trasformazione del luogo da spazio per le attività agricolo venatorie a richiamo degli antichi sollazzi. Nel 1860 il parco, sotto l’egida di Casa Savoia, viene aperto al pubblico. Il parco si caratterizza per delle trame con viali alberati, in cui insistono alcuni manufatti decorativi, ingressi monumentali, padiglioni per il riposo, viali principali come il viale Diana, che inizia dalla porta dei Leoni, il viale Pomona che collega la Casina con la piazzetta dove si trova la statua della dea della frutta, il viale d’Ercole che si caratterizza proprio per la presenza di una scenografica colonna con il mitologico eroe.

Durante il percorso sarà possibile soffermarsi ad ammirare il “Patriarca della Favorita”, un ulivo scoperto nel 2012.

Obiettivi: Fare attività, immersi nella Natura, permette a bambini e ragazzi di vivere i limiti dell’ambiente ed i propri, imparando a gestirli e superarli. Inoltre, l’esperienza diretta e piacevole con la natura permette loro di riconoscere spontaneamente il valore dell’ambiente naturale, valorizzare e tutelare la biodiversità ed il patrimonio naturale, paesaggistico ed agricolo grazie ad attività nel territorio. Perseguire una migliore qualità della vita disseminando buone pratiche sui temi ambientali e dello sviluppo sostenibile.

Destinatari: n.25 Bambini dai 6-12 anni del quartiere Albergheria/Ballarò di Palermo

Cooperativa Terradamare

News correlate

Buona festa dell’Immacolata!

Tratto dalla Preghiera all'Immacolata di Papa Francesco…

Progetto: UN PATTO EDUCATIVO PER TUTTI

Un patto educativo per tutti è un progetto finanziato…

Week-end Formativo “TGS EXPERIENCE”

Si è svolta da venerdì 10 novembre a domenica 12 novembre…