Don Bosco Youth-Net allo European Youth Forum 2022. Pagina di diario

Turismo Giovanile Sociale sempre più internazionale!

Lo scorso 13 e 14 maggio, lo European Youth Forum, la più grande piattaforma europea che coordina e rappresenta più di 100 organizzazioni fra IYNGO e Consigli Nazionali dei Giovani di tutta Europa, si è riunito a Bruxelles per il suo primo COMEM di quest’anno (Consiglio dei membri), riunendo giovani da diverse realtà Europee. Don Bosco Youth-Net, di cui TGS fa ufficialmente parte dal 2015, ha inviato due suoi giovani rappresentanti: Gabriele Giovagnoli (dell’associazione TGS Don Bosco Salerno) e Sara Sechi. 

Ecco le loro testimonianze:

“Sebbene non sia stata la mia esperienza d’advocacy, il COMEM offre sempre delle sorprese ed interessanti spunti di riflessione. Durante le plenarie, vari membri di diverse organizzazioni giovanili europee hanno avuto modo di confrontarsi e dibattere sulle novità concernenti il Forum e le sfide di tutela per i diritti giovanili in Europa. Le tensioni e le preoccupazioni dettate dall’invasione russa in Ucraina hanno caratterizzato i discorsi dei rappresentanti. Il contributo della rappresentanza Ucraina e Bielorussa è stato prezioso per riflettere insieme sull’esigenza di agire in maniera più concreta per supportare non solo questi Paesi, ma rafforzare la strategia d’advocacy. 

 Il COMEM ha rappresentato l’occasione per ritrovare persone conosciute in eventi passati, ma è stato particolarmente interessante per conoscere nuovi rappresentanti e le loro storie. Quest’occasione ha permesso ai due rappresentanti di curare la rete di contatti con i partners di Don Bosco Youth-Net e di arricchire il proprio bagaglio personale e professionale. Capire le dinamiche europee è essenziale per capire che contributo i giovani possano dare alle proprie realtà come parte attiva della società civile.”

Sara Sechi

“Il COMEM è un evento che porta con sé sempre tante aspettative per i delegati che vi partecipano e anche durante questa occasione sono state pienamente soddisfatte. Vedere in questi tempi difficili così tanti giovani riunirsi sia online che, e soprattutto, in presenza per discutere e plasmare insieme i prossimi passi per il rinnovamento del Forum è stato un piacevole e atteso ritorno “alla normalità”

In particolare si è percepito molto lo spirito di unione d’intenti fra tutti i partecipanti, pur con occasionali divergenze, oltre che la vigorosa voglia di reagire e contrastare le sfide che destabilizzano il presente e il futuro di tutti noi giovani (in particolare proponendo proposte concrete verso problemi come la crisi climatica, la situazione precaria del lavoro giovanile, le restrizioni democratiche e contro la società civile in alcuni Paesi, etc.).
Non è certo mancato un pensiero per la guerra e l’invasione russa in Ucraina, con diversi momenti di confronto su concreti atti di solidarietà da intraprendere nei confronti dei cittadini ucraini e bielorussi.

In definitiva è stato un evento che mi ha arricchito molto, lasciandomi diverse riflessioni e nuove idee per il futuro, fatto rincontrare amici di vecchia data e fatto conoscerne di nuovi ma che soprattutto ha permesso ai vari delegati di fare rete comune fra centinaia di realtà diverse in tutta Europa, aiutandoci a rafforzare insieme le possibilità e le potenzialità di noi giovani a livello locale ed internazionale.

Gabriele, TGS Don Bosco Salerno

Link correlati:

News correlate

Campo della Compagnia: primo weekend!!

Durante le giornate dal 23 al 25 settembre ha preso il via il…

Assemblea Salesiani per il Sociale APS

Dal 16 al 18 settembre si è tenuta l’assemblea di Salesiani…

Campo della Compagnia!

Prende il via il progetto “Campo della Compagnia” in…