IL 5 X 1000 AL TGS

CON UNA SEMPLICE FIRMA, SENZA NESSUN COSTO, PUOI AIUTARE LE ATTIVITA' DEL TGS
 

5x1000 al TGSCon la dichiarazione dei redditi i contribuenti -   persone fisiche - potranno destinare, senza alcun coso per loro ,  il 5 per mille dell'imposta sul reddito (IRPEF) anche a sostegno del volontariato e dell'associazionismo.

La nostra associazione nazionale , rientrando nei requisiti previsti dalla legge,  è stata inserita dall'Agenzia delle Entrate tra i possibili destinatari di tale contributo.

Pertanto con la dichiarazione dei redditi del 2007 (modello  CUD, oppure  730, oppure  Unico) i contribuenti potranno decidere se e a chi destinare il 5 per mille  dell'imposta pagata.

La scelta deve essere fatta con un meccanismo simile  (ma non uguale) a quello già utilizzato per esprimere la preferenza circa la destinazione dell'8 per mille, meccanismo che resta invariato e rispetto al quale  la nuova quota del 5 per mille si aggiunge.

L'Agenzia delle Entrate ha  provveduto ad inserire nei modelli di dichiarazione dei redditi la Sezione “Scelta per la destinazione del 5 per mille”per consentire l'esercizio di tale opzione.

Pertanto per  destinare al TGS il 5 per mille si deve apporre la firma nell'apposita Sezione - nel primo riquadro “sostegno al volontariato …”- e riportare il  codice fiscale dell'Associazione che è

80210590586

Gli importi che ne deriveranno all'associazione saranno destinati a sostenere le attività dell'associazione con una particolare attenzione al sostegno delle realtà territoriali.

Si sottolinea che:

-   l'indicazione del codice fiscale è indispensabile perché esso è l'unico elemento che consente di individuarci come beneficiari. La sua indicazione agevola  inoltre nel concorso  alla ripartizione delle somme non assegnate (per mancanza del codice fiscale o per sua errata indicazione), ripartizione che viene effettuata  in proporzione alle assegnazioni dirette ricevute;

- tutti coloro che sono esonerati dal presentare la  dichiarazione possono ugualmente aiutarci integrando il modello fiscale (CUD) con la scelta dell'opzione come sopra indicato e spedendolo alla Agenzia delle Entrate nei modi d'uso: ufficio postale, sportello bancario o intermediario fiscale (CAF).